Disclaimer per i contenuti del Blog


DISCLAIMER:Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo ne degli eventuali danni derivanti dall'utilizzo proprio od improprio delle informazioni presenti nei post.

venerdì 6 settembre 2013

Aiuto! Il mio PC si è rallentato! (terza parte)

E se dopo aver pulito l'HD da tutti i files temporanei, aver rimosso tutto il software inutile (servizi inclusi) ed aver ottimizzato/diminuito lo stato di frammentazione del file system il computer dovesse ancora essere lento, quale potrebbe essere il problema?

Probabilmente uno di questi:
  • qualche periferica mal funzionante che disturba la normale operatività del PC
  • qualche driver che non funziona correttamente o un BIOS non compatibile con il sistema operativo installato
  • l'HD che inizia a dare cenni di stanchezza
Iniziamo dal primo punto, scolleghiamo dal PC tutte le periferiche non necessarie lasciando solo monitor, mouse e tastiera, riavviamo il computer: la situazione è cambiata? Se la risposta è "si" non resta che ricollegare le periferiche una per volta, riavviando il PC dopo ogni passo, fino a capire quale sia quella che da problemi.

Se la risposta è "no" dobbiamo passare ad analizzare il punto successivo. La verifica della disponibilità di nuovi drivers è sicuramente la fase più noiosa. Probabilmente è anche quella più pericolosa, specialmente per gli utenti meno smaliziati. Prima di operare modifiche ai drivers delle periferiche hardware consiglio caldamente di effettuare un backup completo del disco utilizzando un software che permetta di fare "l'immagine" completa del disco così da permettere un ripristino quasi immediato del sistema in caso di crash irreversibile. Io utilizzo Acronis True Image 2013 (anche in ambito professionale) e devo dire che fino ad ora mi ha sempre soddisfatto, esistono comunque moltissimi software realizzati allo scopo. Una bella copia dell'HD eseguita su una memoria di massa esterna, magari su due se si vuole proprio essere sicuri, andrebbe comunque sempre eseguita con periodicità almeno trimestrale per essere pronti ad affrontare qualunque crash/danno fisico senza perdere troppi capelli.
Torniamo alla ricerca degli aggiornamenti di drivers. Se abbiamo già effettuato le operazioni relative al primo punto senza ottenere miglioramenti degni di nota, possiamo per ora evitare di aggiornare i drivers relativi alle periferiche rimovibili. Il primo gruppo di drivers da verificare è, a mio personalissimo giudizio, quello relativo alla mother board (chipset, rete e video qualora integrato su MB). Come passo successivo, qualora fosse non integrata sulla MB, passerei a quelli della scheda video. Inutile ricordare che dopo ogni aggiornamento di driver dobbiamo riavviare il computer per verificare eventuali miglioramenti di prestazioni. Come ultima fase verificherei sempre sul sito del produttore della MB la presenza di un BIOS aggiornato, ma il suo eventuale aggiornamento lo eseguirei solo se ho da poco cambiato S.O. (è successo con il mio PC, dopo l'installazione di Windows 8 ero vittima di inspiegabili rallentamenti e l'aggiornamento del BIOS, finalmente compatibile con Windows 8, ha risolto come d'incanto tutti i problemi).

Ancora lento? Specialmente durante l'accesso al disco? E magari il LED dell'HD è continuamente acceso? Potrebbero essere sintomi di un HD che è stanco di vivere ed il circuito di correzione degli errori introduce ritardi nella lettura/scrittura di dati degradando le prestazioni del sistema.
Nel BIOS abbiamo abilitato la funzionalità S.M.A.R.T.? Può sembrare una sciocchezza ma S.M.A.R.T. è un sistema di monitoraggio HD che è spesso in grado di rilevare problemi fisici prima che questi diventino bloccanti. Se non lo abbiamo ancora fatto credo sia il caso di abilitarlo (lo si attiva entrando nei settaggi del BIOS prima del BOOT). Per verificare le informazioni raccolte da S.M.A.R.T. esistono diversi programmi, per esempio Speccy (anche lui di Piriform...) che fornisce anche ulteriori informazioni relative al software ed all'hardware del nostro PC.

Particolare della sezione relativa a S.M.A.R.T.
Questo è un esempio delle informazioni fornite da Speccy, come potete vedere lo stato riporta "Buono" la temperatura è accettabile quindi mi sento di affermare che il nostro HD non è in una situazione tale da giustificare un rallentamento per causa sua.

Se lo stato dell'HD riportato da S.M.A.R.T. e' "Buono" cosa resta da verificare? Le cause possono essere ancora molte ma probabilmente di non semplice soluzione. Probabilmente sarà necessario far controllare il PC ad un tecnico esperto che sarà in grado di verificare la reale origine del problema.

Mi ricordo ad esempio di un computer diventato da un giorno all'altro estremamente lento dove il motivo del rallentamento era legato non tanto ad un Virus che aveva infettato il sistema quanto al lavoro svolto dall'antivirus per annotare nella sua log che l'infezione era stata risolta. Peccato però che l'antivirus non si accorgesse che la porzione in esecuzione del Virus rimaneva viva e vegeta tentando di scrivere se stesso sull'HD scatenando nuovamente l'antivirus in un loop senza fine. Il problema alla fine è stato risolto utilizzando l'antivirus dopo aver fatto BOOT da un supporto sicuramente non infetto.


Nessun commento:

Posta un commento