Disclaimer per i contenuti del Blog


DISCLAIMER:Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo ne degli eventuali danni derivanti dall'utilizzo proprio od improprio delle informazioni presenti nei post.

venerdì 4 aprile 2014

Rete wireless per il Raspberry PI

Perchè non svincolare il nostro PI dal cavo ethernet e connetterlo ad internet utilizzando un dongle WiFi USB?

L'operazione è molto più semplice di quanto possa sembrare a patto che si rispettino un paio di regole legate all'hardware ed al software del nostro PI.

Dal momento che le porte USB del Raspberry PI non sono in grado di fornire più di 140mA, la prima regola da rispettare è di acquistare un HUB USB alimentato ed utilizzarlo per connettere il dongle WiFi o, in alternativa, utilizzare uno shield che fornisca porte USB aggiuntive in grado di fornire la corrente richiesta. Ho provato entrambe le soluzioni senza alcun problema. Qualora optaste per l'HUB USB alimentato potreste utilizzarlo anche per alimentare il PI.

La seconda regola da rispettare riguarda la scelta del dongle: per eseguire una configurazione hassle free è bene acquistare uno dei dongle presenti nella lista di compatibilità hardware relativa agli adattatori WiFi. Io ho scelto un dongle della TP-Link TL-WN727N, l'ho connesso all'HUB USB e il SO (Raspbian Wheezy aggiornato a marzo 2014) l'ha riconosciuto senza ulteriori interventi.


Passiamo ora alla configurazione del software, colleghiamoci al PI in modalità console, ed iniziamo ad editare il primo file, quello relativo all'elenco delle interfacce:

   sudo nano /etc/network/interfaces

dobbiamo completare le informazioni relative all'adattatore wlan0 in modo che il blocco relativo abbia i seguenti parametri:

   auto wlan0
   allow-hotplug wlan0
   iface wlan0 inet manual
   wpa-roam /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf

CTRL+X / S / INVIO per salvare il file.

A questo punto dobbiamo fornire le informazioni di autenticazione per l'adattatore appena configurato:

   sudo nano /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf

Il file dovrebbe già contenere le seguenti righe

   ctrl_interface=DIR=/var/run/wpa_supplicant GROUP=netdev
   update_config=1

alle quali aggiungeremo

   network={
   ssid="<SSID>" 
   psk="<PASSWORD_WPA>"
   proto=WPA
   key_mgmt=WPA-PSK 
   pairwise=TKIP
   auth_alg=OPEN
   }

avendo cura di sostituire <SSID> con il vostro SSID e <PASSWORD_WPA> con la password di crittografia che avete impostato sul Vs. router/access point

CTRL+X / S / INVIO per salvare il file.

Riavviamo il PI con sudo reboot.

A questo punto, una volta individuato l'IP che il server DHCP ha attribuito all'adattatore WiFi, possiamo connetterci come al solito al nostro PI (un po di pazienza, la connessione wireless impiega qualche manciata di secondi in più di quella cablata per essere disponibile).


Un ultimo aspetto da prendere in considerazione è l'attribuzione di un indirizzo IP specifico al nostro PI. Abbiamo due possibilità:
  • indicare nel file /etc/network/interfaces un IP fisso (ma questo sistema non mi piace troppo) 
  • andare ad operare sul ns. router nella sezione riguardante il server DHCP per impostare una relazione tra il MAC ADDRESS del nostro adattatore WiFi ed uno degli indirizzi del pool del DHCP che sceglieremo ad hoc.
Ecco come farlo su un router TP-Link (io ho attribuito un IP fisso sia alla connessione wireless, sia a quella cablata):


In questo modo potremo accedere al PI senza preoccuparci ogni volta di cercare l'IP assegnato.

In un prossimo articolo vedremo come installare e configurare sul PI il servizio Avahi per poter accedere senza utilizzare l'IP ma semplicemente utilizzando un nome...

Nessun commento:

Posta un commento